Premi in busta paga per i dipendenti della “Inox Valley”

VITTORIO VENETO,

C’è una zona attorno a Vittorio Veneto in cui i lavoratori del metalmeccanico riescono ad ottenere in busta paga dagli 800 ai 1.300 euro in più ogni anno sotto forma di premi di risultato. È l’effetto del mix di una buona contrattazione aziendale promossa dal sindacato e dagli investimenti affrontati dalle imprese in innovazione di prodotto.
Il caso più evidente è forse quello di Silca, specializzata nella progettazione e produzione di chiavi di ricambio e di macchine per la duplicazione ed appartenente al gruppo svizzero Kaba, che impiega 1.300 addetti in Italia e nelle sedi estere di Usa, Colombia ed India. Silca, nell’esercizio che va da luglio 2013 a giugno 2014, ha realizzato un fatturato di 67,5 milioni di euro, in crescita del 2,6%. I 400 dipendenti di Vittorio Veneto hanno conseguito, con la busta paga di settembre, quasi 1.150 euro netti in più, cioè il valore più alto negli ultimi cinque anni.
Oltre a quelli di Silca, anche i lavoratori di Lainox-Silko, Keyline e Irinox hanno riscosso, quest’anno, consistenti maggiorazioni retributive sotto forma di premi il cui vantaggio è quello di essere soggetti ad una tassazione soltanto del 10% e dunque di incidere in termini reali sulla diminuzione del cuneo fiscale.


Fonte: Corriere del Veneto
Mercoledì 29 ottobre 2014
Scarica l'articolo originale (PDF)