Famosa nel mondo per la produzione di chiavi

VITTORIO VENETO,

Silca Spa fa parte della multinazionale Kaba

Un fatturato di 63 milioni di euro con una percentuale di esportazione dell’83% in oltre 130 Paesi del mondo, una vision imprenditoriale aperta a un approccio innovativo al mercato e agli investimenti. Parliamo di Silca Spa, realtà conosciuta in tutto il mondo per la progettazione e la produzione di chiavi e di macchine e la loro duplicazione per uso sia professionale che industriale. L’azienda fa parte della multinazionale svizzera Kaba, riconosciuta come uno dei primi tre player nel settore della sicurezza a livello mondiale.

La divisione chiavi di Kaba, Kaba Key Systems, opera in tutto il mondo attraverso due flagship brands: Silca e Ilco. Con Ilco, la divisione Key Systems opera in Nord America, mentre Silca è il brand di riferimento a livello internazionale in Europa, Medio Oriente e Africa, Asia e Sud America. Quest’anno Silca ha ampliato la sua presenza a livello internazionale anche grazie all’acquisizione della colombiana Flexon Sa, oggi FlexonSilca Sa, avamposto destinato al potenziamento della presenza di Key Systems nell’area del Sud America. Solida e innovativa, a livello internazionale l’azienda è riconosciuta come realtà all’avanguardia grazie all’introduzione dell’elettronica lettura per l’identificazione e duplicazione chiavi.

Stefano Zocca, Coo della divisione Key Systems e amministratore delegato Silca Spa, riassume così le scelte vincenti dell’ultimo anno: “Aver coraggiosamente deciso di investire: nelle persone, nei processi e in un nuovo approccio al mercato. Silca ha puntato sulla riorganizzazione produttiva in uno scenario economico non facile, ma ha considerato strategico portare i propri processi produttivi a livelli di eccellenza. Con la stessa logica ha deciso di investire sulla formazione delle risorse interne e ha disegnato una nuova struttura organizzativa per essere in grado di rispondere al meglio alle sfide dell’attuale scenario economico internazionale”. E precisa: “Sono state scelte non semplici, completamente innovative e in controtendenza rispetto a quelle operate negli ultimi anni dalla gran parte del mondo industriale e produttivo, scelte che hanno portato con sé la responsabilità e il rischio di investimenti importanti. Oggi queste decisioni iniziano a darci ragione, ma la sfida del mercato è senza fine e ogni giorno sentiamo di dover immaginare orizzonti sempre più ampi per continuare a garantire solidità al nostro business”.

E guardando con fiducia al 2014, Stefano Zocca punta all’espansione nei Paesi a più forte tasso di crescita e al rafforzamento e consolidamento dei mercati già serviti. E infine: “Continuare a innovare e a rinnovarci, con decisione e coraggio” conclude Zocca.

Fonte: Il Sole 24 Ore
Lunedì 16 dicembre 2013