Kaba: ottimi risultati anche grazie a Silca

VITTORIO VENETO,

La multinazionale svizzera Kaba consegue, anche grazie al contributo di Silca S.p.A., nuovi lusighieri traguardi e la sua Divisione Key Systems chiude l’esercizio fiscale 2012/2013 con un +2,9% sui risultati di vendita dell’anno precedente e con un +2,7% di EBITDA.
Il Gruppo Kaba, quotato alla borsa di Zurigo, ha infatti comunicato all’azionariato i dati ufficiali del bilancio consolidato dell’esercizio fiscale 2012/13 appena conclusosi. Grazie ad un risultato economico pari a 964,3 milioni di franchi svizzeri, una crescita del +1,8% delle vendite il Gruppo Kaba ha raggiunto, e consolidato, un +15,6% di margini EBIDTA. La Divisione Key Systems, guidata da Stefano Zocca, all’interno della quale opera Silca S.p.A., ha saputo distinguersi per risultati di vendita e profittabilità in crescita sopra la media del Gruppo; oltre che per capacità di raggiungere importanti obiettivi nell’eccellenza produttiva.
Un più che gratificante +2,9% dei risultati di vendita sul consolidato dell’anno precedente conquistati dalla Divisione Key Systems grazie ad acquisizioni focalizzate nel mercato sud americano ed ai risultati di due aziende e marchi di assoluto prestigio: Silca con cui opera in area EMEA ed Asia Pacifico ed Ilco con cui produce e commercializza in Nord America. Un risultato che, nello stile diretto e incisivo che contraddistingue la sua gestione, Stefano Zocca ha voluto condividere con i collaboratori dello stabilimento di Vittorio Veneto, che hanno appreso dalla viva voce del loro a.d. i dettagli economici di risultato di gruppo, e condiviso le prospettive a tendere ed i grandi obiettivi che la Divisione Key Systems e Silca si sono proposte di raggiungere nell’immediato futuro. Silca resta, anche in prospettiva nelle parole del suo ad, il cuore pulsante del futuro della Divisione Key Systems, un’azienda che, nei fatti, ha destinato importanti risorse anche per l’esercizio a venire all’innovazione di prodotto e di processo.

Fonte: Ferrutensil
Ottobre 2013

Scarica l'articolo (PDF)